gentedimontagna - dresscodebiz - womanforlike

Un incontro presso la sede del Ditedi, a Tavagnacco (Ud), per suggellare una partnership tutta tecnologica. E’ quanto avvenuto nei giorni scorsi fra gli attori protagonisti di un qualcosa di nuovo: ovvero, l’unione di saperi complementari che divengono una soluzione tutta friulana, a disposizione dell’utenza. Perché è l’unione che fa la forza. Anche in tema di tecnologia.

‘Che sia da monito questa partnership fra aziende tecnologiche con soluzioni complementari’ afferma Francesco Contin, direttore del Ditedi.

Come gestire la logistica e tutte le attività connesse alle movimentazioni di magazzino e all’organizzazione della produzione? La complessità dello scenario è affrontata e resa digitalmente organizzabile grazie alla sinergia attivata tra due aziende ICT del Friuli Venezia Giulia, entrambe affiliate al cluster Ditedi, che hanno unito i propri specifici prodotti di successo per creare una proposta nuova, performante e che potenzia in modo esponenziale i vantaggi dei prodotti singolarmente intesi. 

Protagonisti sono: le software house MOLO17 di Pordenone e Cogito di Udine, con Daniele Angeli, fondatore e ceo dell’impresa pordenonese, e Andrea Pavan, business developer della realtà udinese. Coral MORE è il software gestionale modulabile creato da Cogito; TwinForceè invece l’applicazione mobile progettata da MOLO17 per gli operatori, premiata in California come migliore soluzione nel suo genere, che consente di gestire in maniera semplice e ottimizzata tutte le operazioni per la logistica, la produzione e le attività da cantiere.

La nuova soluzione, che integra Coral MORE e TwinForce, è modulabile e adattabile a ogni realtà, a partire dalla piccola e media impresa; è utilizzabile anche in condizione offline, risultando particolarmente performante, rispetto ad ambienti e situazione che possono presentare spesso difficoltà connesse con la copertura internet. 

«L’obiettivo è di supportare e diffondere ulteriormente la produzione agile – affermano  Pavan e Angeli -, attraverso strumenti digitali. Le aziende e le industrie manifatturiere – proseguono – hanno sempre più la necessità di avere strumenti agili per rispondere ai continui cambiamenti tecnologici, tanto quanto stanno già facendo per le metodologie in fabbrica. Rispondiamo con tempismo, flessibilità ed il meglio della competenza, insieme all’innovazione». 

Particolarmente soddisfatto del modo in cui si è giunti a proporre al mercato questa nuova soluzione è Francesco Contin, direttore di Ditedi, il cluster che riunisce oltre un centinaio di imprese ICT in Friuli Venezia Giulia. «È dalla collaborazione fra due nostre aziende che è nata la nuova proposta – sottolinea, infatti -. Due imprese del nostro ambito non hanno avuto timore di collaborare. Anzi, hanno condiviso le proprie esperienze e sviluppato una proposta commerciale che integra due soluzioni in house, permettendo di coprire tutte le necessità di gestione per una industria digitalizzata e flessibile».