gentedimontagna - dresscodebiz - womanforlike

Il Rotary Club di Tolmezzo il 28 settembre inaugura la stagione degli incontri mensili, confermato il sostegno alla scuola di musica della Carnia

Dalle «casa nido», intese nell’ottica dell’Associazione costruttori edili come «il vaccino per l’emergenza sanitaria del 2040», alle tecnologie digitali come strumenti che «ci renderanno più umani», fino agli «scenari di geopolitica post Covid». 

Il Rotary Club di Tolmezzo fa debuttare martedì 28 settembre la sua stagione di incontri 2021-2022 con un ricco calendario di conferenze volte al confronto su temi di assoluta attualità con esperti e studiosi, nel segno di un impegno «concreto, operativo, orientato al servizio» nei confronti dei soci e del territorio, come sottolinea l’intraprendente neopresidente Giovanni Liverani. ‘Vogliamo ridare nuova vita al Club, e ci riusciremo tutti insieme, abbracciando il territorio’ spiega.

Insieme all’attenzione per  i temi d’attualità, il Club conferma l’impegno per la preziosa attività di formazione musicale della Carnia, con il sostegno all’Associazione musicale della Carnia e alla scuola omonima. Le iscrizioni alla Scuola sono aperte, per un percorso che forma gli allievi con corsi di canto e strumento musicale, anche ai fini dell’ammissione ai corsi propedeutici e accademici dei Conservatorio di Udine e Trieste presso i quali la Scuola è convenzionata. 

«Nell’ultimo quinquennio abbiamo conservato ogni anno almeno il 90% dei soci del nostro Club e tutti sono coinvolti concretamente in progetti di servizio», sottolinea il presidente. «Riusciamo a dare continuità ad attività di servizio consolidate – prosegue -, come il Museo della Mozartina, la Guida alla tua sicurezza, oltreché la scuola di musica, garantendo annualmente ai beneficiari sostegno in termini non solo finanziari, ma anche impegnando tempo e risorse professionale». Il Club, inoltre, ha una spiccata capacità di intessere relazioni per attivare collaborazioni e progetti condivisi con altre realtà d’ambito.

Ad aprire la stagione degli incontri il 28 settembre alle ore 20, presso l’Hotel Carnia di Venzone (Ud) (oppure collegandosi on line, per chiunque: https://us02web.zoom.us/j/85752731357?pwd=aURma3lJQUtaczZXYlBXNjdTK1Rmdz09) , sarà Fabio Millevoi, direttore di Ance Fvg su «Le case nido: il vaccino contro l’emergenza sanitaria del 2040». Il 19 ottobre Cammilla Corradi, co-founder di Afi, l’Associazione futuristi italiani, si intratterrà su «I metodi per lavorare con i futuri». A novembre il 16, Carla Broccardo, avvocato, futurista e sociologa, risponderà all’interrogativo: «Fine Pena»? Il 14 dicembre l’attenzione si sposterà su «Nuovi modelli di business e catena di valore nel settore costruzioni», con l’ingegnere di Moog Francesco Mazza. Lorenzo Trigani, Roberto Siagri, Gianluigi Rozza e Marco Provvidera saranno gli ospiti che si susseguiranno negli incontri mensili previsti da gennaio a maggio del prossimo anno.