gentedimontagna - dresscodebiz - womanforlike

Ideato e lanciato da Froogs e Eurolls, sta rapidamente trovando condivisione fra chi nelle terre alte è motore di innovazione, creatività e solida economia. Sostegno anche da parte di Beng.

In montagna «si può….» è la ferma convinzione che anima il manifesto per le terre alte del Friuli Venezia Giulia nato per sostenere alcune certezze a partire da fatti concreti già realizzati in epoca recente, a testimonianza che nelle aree montane del Friuli Venezia Giulia si può vivere, abitare stabilmente e fare impresa. L’iniziativa è stata pensata come «Montagna Rock, un manifesto per la montagna» e ha come primo motore trainante la dinamica società di comunicazioni Froogs, (editore di Ti Lancio) con partecipazione tutta al femminile e nuovissima sede a Resia che sarà inaugurata il 15 settembre, ed Eurolls, l’azienda internazionale produttrice di rulli in acciaio e carburo di tungsteno, che ha deciso di implementare i suoi investimenti in montagna, con realizzazioni da aggiungersi all’insediamento già presente a Villa Santina e al quartier generale di Attimis (Ud).

Sette i punti che qualificano «Montagna Rock», a partire da una tesi di cui i promotori sono la prova provata: in montagna si può fare impresa. Lo dimostra con la sua intraprendenza Froogs, che riesce a far arrivare a Resia ceo e project manager per progettare insieme la comunicazione; rafforza il concetto Eurolls, l’emblema di quel manifatturiero made in Fvg che sta trainando la ripresa di tutta l’economia. 

Se il primo punto è un assunto, il suo essere incontrovertibile dà spessore a tutte le altre sei dichiarazioni del Manifesto. In montagna, cioè, si può decidere di vivere come scelta di vita; la qualità di questa vita è esemplare; lavorare circondati dalla natura aumenta la creatività; le distanze sono relative con un’adeguata organizzazione. Il Manifesto, muovendo da un presente interessante, guarda anche a un futuro ancora più attraente. Sottolinea, perciò, che le «priorità sono le infrastrutture» e che «le aziende in montagna devono offrire lavori sfidanti, ricchi di stimoli ai giovani che vogliono investire il loro tempo». 

Un Manifesto che è dunque anche uno sprone e che, al suo debutto, sta ampliando rapidamente la rete di chi ne condivide la passione, come la carnica Beng, un marchio strategico per l’illuminazione dedicata all’automotive. Tratto caratteristico di tutti gli amici del Manifesto, il fatto di credere nella montagna presentando fatti. Che sono poi illustrati dalle parole.